L’Azienda

La fattoria è inserita in una valle verde, incontaminata, sulle pendici di Monte Morello, famosa fin dall’antichità. Si estende per circa 550 ettari,di cui 70 ad oliveto specializzato con 20.000 piante d’ulivo di varietà Leccino, Moraiolo e Frantoio, circondati da boschi cedui ed ad alto fusto che vanno dai 250 ai 1000 metri, fino ad arrivare ad una delle punte di Monte Morello. In oltre l’azienda è oggi in “conversione biologica”, proprio per le caratteristiche di natura incontaminata della valle di Volmiano.

Leggi Ancora
La Fattoria di Volmiano, situata nell’omonima località, si estende per circa 550 ettari, interessando sia il territorio del Comune di Calenzano,sia il territorio del Comune di Vaglia ed è compresa un in una valle, remota, tra le pendici a nord di Monte Morello ed il Mugello.
Il fiore all’occhiello dell’Azienda è costituito dalla produzione di olio extra vergine di oliva ,franto a freddo con macine di pietra. Nei terreni della proprietà, si trovano oltre 20.000 piante di olivo di varietà autoctone quali Leccino, Moraiolo e Frantoio, circondate da boschi cedui e ad alto fusto che vanno dai 250 ai 1000 metri, fino ad arrivare ad una delle punte dell’unica montagna fiorentina. I terreni dell’azienda sono molto scoscesi, e sono costituiti da argille e galestri, sopra una formazione di natura carsica, come è tutto il massiccio di Monte Morello. L’azienda è racchiusa in una piccola valle che ha un particolare microclima, freddo d’inverno ma mite in primavere ed in estate che permette una fioritura nel giusto periodo ed una ottima maturazione, che è la maggiore peculiarità per produrre un’ olio di grande pregio. Volmiano ha quindi due grandi produzioni olio extra vergine di oliva di altissima qualità e legna da ardere da suoi innumerevoli boschi. Alfredo Citernesi, dopo il grande gelo del 1985, a seguito del quale dovette tagliare al piede molte piante che erano morte, iniziò un opera di infittimento degli uliveti sopravvissuti e piantò anche molti nuovi uliveti, iniziando un opera di modernizzazione dell’azienda. Mantenne lo stesso equilibrio di varietà, per continuare ad avere lo stesso tipo di olio extra vergine di oliva, che ha contraddistinto l’azienda, da sempre. Ripiantò anche in posti estremi come Mattiano ,fino a 650 metri, dove la coltivazione è difficile e scarsa, ma produce un olio leggerissimo e molto profumato. Visto le difficoltà produttive, a Volmiano, ogni pianta non produce più di 10/15 kg. di olive che vengono raccolte i primi di Novembre. Il “Signorino”, così veniva chiamato, da tutti, amichevolmente Alfredo Citernesi, per il suo grande amore per la natura e la caccia, ha lasciato la proprietà a sua figlia Vittoria ed i suoi nipoti, che memori della tradizione tramandata, continuano una coltivazione rispettosa dell’ambiente e per questo l’azienda è in conversione biologica.
Lapo, imprenditore agricolo a titolo principale, pur nella necessità odierna di dover parzialmente innovare i sistemi di lavorazione dei terreni e della raccolta, non perde di vista l’importanza delle tradizioni e soprattutto della qualità dell’olio prodotto in questa antica valle.